Tecnologie

Abbiamo selezionato i migliori strumenti per le terapie fisico strumentali.

Le innovazioni tecnologiche nella riabilitazione hanno determinato un notevole progresso nella cura  dell’apparato muscolo scheletrico.
La scelta della migliore tecnologia e un continuo aggiornamento dei singoli macchinari sono gli elementi cruciali per garantire un servizio di alta qualità.

Laser Alta Potenza FP3

Laser multifrequenza ovvero dotato di un fascio di luce laser che sfrutta contemporaneamente tre diverse lunghezze d’onda. Questa tecnologia permette una maggiore biostimolazione e, avendo un basso coefficiente medio di assorbimento verso l’acqua, riduce l’impatto termico (riscaldamento cutaneo).

Human Tecar e Indiba Activ

Con questo nuovo strumento, si può trasferire energia biocompatibile in grado di stimolare intensamente i tessuti attivando in modo fisiologico tutti quei sistemi deputati a portare ossigeno e nutrimento dove è necessario e a eliminare più velocemente i cataboliti infiammatori che causano dolore.

Questa tecnologia ci permette di attivare il metabolismo cellulare ristabilendo il suo equilibrio, aumentando la vascolarizzazione e la temperatura interna nei tessuti trattati. Il risultato è una rapida accelerazione dei processi naturali di recupero del corpo umano, con una riduzione del dolore fin dalla prima seduta ed una regressione del processo infiammatorio.

Ipertermia

Utilizza il calore a scopo terapeutico. Tratta i tessuti operando nell’intervallo di temperatura tra 38° e 44°, valore terapeutico. E’ in grado di aumentare il flusso circolatorio ed il metabolismo delle cellule, svolge azione antinfiammatoria , antiedemigena ed antalgica per innalzamento della soglia del dolore tramite il calore. Inoltre riduce le rigidità articolari, le fibrosi e gli spasmi muscolari.
E’ dunque terapia indicata in caso di traumi muscolari articolari legamentosi e tendinei in fase acuta, subacuta o cronica.

Onde d’urto

Sono onde acustiche ad alta intensità generate da strumentazione elettroidraulica, elettromagnetico o piezoelettrica. Le onde d’urto producono microtraumi in grado di accelerare i processi biologici di riparazione dei tessuti: si attivano le forze di auto-guarigione, il metabolismo migliora, l’irrorazione sanguigna aumenta e il tessuto danneggiato si rigenera e guarisce. Le onde sonore ad altissima energia sono convogliate, tramite sistemi di puntamento, in una piccola area dove viene sviluppata una fortissima pressione.
Il meccanismo di azione è meccanico (riduzione meccanica delle calcificazioni) e di cavitazione (fenomeno di formazione di bolle di gas che si creano ed implodono aumentando lo scambio intracellulare). L’aumentata capillarizzazione locale provoca una rimozione dei cataboliti e fattori infiammatori.
La terapia non ha effetti collaterali, in 3-6 sedute si ha la risoluzione sintomatica di fibrosi e calcificazioni, patologie tendinee o da sovraccarico (epicondiliti, talloniti, fascite plantare, ecc.). Ha principalmente un effetto osteogenetico, antinfiammatorio, di neoangiogenesi (formazione di nuovi capillari) ed inibisce i recettori del dolore.

Cryoultrasound™

Tecnologia che si basa sulla sinergia di due tecniche terapeutiche: la crioterapia e l’ultrasuonoterapia.
L’uso contemporaneo di queste due tecniche potenzia i normali effetti terapeutici abolendo la complicazione dell’effetto termico degli ultrasuoni. Ciò consente l’utilizzo del Cryoultrasound, nei traumi e stati infiammatori acuti, oltre che il suo impiego nelle patologie in fase cronica.

Physio TT – Human Tecar

Rappresenta un nuovo sistema termico per il trattamento delle adiposità localizzate e sopratutto per il modellamento del corpo.
Sfrutta il principio dell’incremento della temperatura locale favorendo l’aumento della circolazione sanguigna con l’accrescimento del processo di metabolizazzione e di combustione dei grassi.
Inoltre favorisce il rilassamento e procura una piacevole sensazione di benessere totale.

InterX 5002

La tecnologia InterX ha un metodo “unico” di coinvolgere ed attivare le risorse endogene dell’organismo ad assistere i processi di gestione del dolore e la riabilitazione. Il modo in cui gli impulsi elettrici vengono trasmessi all’organismo rende la tecnologia InterX assolutamente differente dalla neurostimolazione convenzionale per tre aspetti principali.
Neurostimolazione Interattiva – Le caratteristiche elettrofisiologiche della cute e dei tessuti sottostanti hanno differenti proprietà in caso di infiammazione o infortunio, rispetto ai tessuti sani. InterX è sensibile a queste differenze ed adatta in tempo reale il suo segnale per fornire il livello di stimolazione necessario. Man mano che l’organismo reagisce alla stimolazione, gli impulsi si regolano dinamicamente ed autonomamente al feedback del corpo, ottenuto attraverso il contatto degli elettrodi con la cute. Così facendo InterX instaura con l’organismo un processo di interazione costante che fornisce un trattamento ottimale ed esclude i tentativi del corpo di adattarsi alla stimolazione.